Posizione geografica ideale , diversita` di rilievi montuosi , varieta` della vegetazione , ricca rete idrografica , aspetto climatico equilibrato , sono tutti fattori favorevoli per lo sviluppo e il sostentamento di una popolazione di animali autoctoni di grossa taglia e di specie diverse , con esemplari sani e vigorosi , ben rappresentati numericamente .
La presenza costante sul territorio e sui contrafforti dei Carpazi di grandi mammiferi predatori costituisce un elemento determinante nell’importante processo di selezione naturale della fauna selvatica . Questo fenomeno vitale , tramandatosi da lungo tempo, ha assicurato alla Romania la supremazia nella competizione ginegetica internazionale con trofei eccezionali di camosci , cervi , cinghiali e caprioli ai quali si aggiungono nella gerarchia mondiale record assoluti di orsi , lupi e linci .

 

69

 

L’ORSO BRUNO  (urs brun)

La Romania possiede la piu` numerosa , la piu` ricca e la piu` vigorosa popolazione di orsi bruni dell’intero areale europeo , seconda soltanto a quella russa . Infatti mentre in molte localita` delle Nazioni d’Europa la specie ‘ursus’ e` sparita da tempo , sulle montagne dei Carpazi questo possente mammifero continua ad esistere in un ecosistema che lo pone al sicuro dal rischio di estinzione.
E` il risultato e il merito delle tradizioni delle popolazioni locali ad affrontare con intelligenza , sacrificio e perseveranza i turbamenti profondi del progresso e le delicate relazioni dell’uomo con l’universo selvatico che lo circonda !
La forte proliferazione degli orsi in Romania risale ai tempi del dittatore Nicolae Ceausescu che , per soddisfare la sua passione venatoria e assicurarsi un ricco bottino di prede personali , ne aveva rigorosamente proibita la caccia in tutta la regione .

 

urs 1

 

Oggi questi grossi plantigradi sono talmente numerosi che molto spesso di notte , spinti dalla fame , escono dalle foreste e scendono a rovistare in cerca di cibo nei cortili delle abitazioni montane o nei cassonetti dei rifiuti dell’immondizia nella valle della Prahova , alla periferia di Sinaia , Busteni e Brasov . Sono animali dal comportamento imprevedibile e non mancano le aggressioni all’uomo soprattutto da parte di femmine coi cuccioli o vecchi maschi solitari . Ogni anno si registrano attacchi purtroppo anche mortali a danno di pastori , montanari , turisti , escursionisti e campeggiatori sprovveduti che non rispettano le raccomandazioni prudenziali dettate dal Corpo Forestale Rumeno (Oculul Silvic) .
L’orso bruno puo` essere cacciato solo con l’autorizzazione del Ministero dell’Ambiente , secondo rigorosi piani di abbattimento e in conformita` con gli accordi delle Convenzioni Internazionali alle quali la Romania ha aderito . La popolazione e` stimata attorno ai  6000 – 6200 esemplari .
Come metodi di caccia sono utilizzati : la battuta , la cerca e la posta .
La Romania detiene il record mondiale della pelliccia di orso bruno con 687,79 punti CIC .

* * * * *

 

img-511160326-0001

 

IL CAMOSCIO  (capra neagra)
I contrafforti rocciosi delle montagne dei Carpazi rappresentano la roccaforte della piu` bella e vigorosa popolazione di camosci dell’areale mondiale della specie . Il record assoluto del mondo del trofeo di ‘capra neagra’ di 141,1 punti CIC proviene dai monti Fagaras  (Carpazi centrali) .

 

capra neagra 1

Capra neagra001

 

E` una caccia per pochi appassionati temerari , amanti del fascino irresistibile della montagna , decisi ad affrontare la fatica , le intemperie e i numerosi rischi di alta quota pur di raggiungere le posizioni inespugnabili di questo stupendo selvatico dal caratteristico mantello colore nero-lucente , re assoluto e indiscusso delle vette dirupate .

 

capra neagra 2

 

La caccia al camoscio in Romania e` consentita con la sola forma dell’avvicinamento  .

77 DFDFD

* * * * *

 

 

img-511160354-0001

 

IL CERVO  (cerb comun)
Quando il tempo dell’equinozio di autunno si avvicina , nelle alte radure montane  velate dalla nebbia , il popolo dei cervi si riunisce e si ritrova per le cerimonie nuziali .
Il silenzio solenne e profondo della foresta vibra del bramito grave e sonoro dei tori per imporre e affermare , con lotte aspre e violente , la supremazia assoluta sull’harem delle femmine .
Ben rappresentato nelle aree di montagna , con alcuni nuclei isolati nelle zone di collina e di pianura il cervo dei Carpazi impressiona per il valore eccezionale dei trofei e per la forte emozione che la sua caccia comporta . La dimostrazione pratica si riflette nel gran numero di medaglie d’oro presentate ogni anno dalla Romania alla Esposizione Internazionale della caccia .
Il record nazionale e` di 264,51 punti CIC .

 

cerbul

22 FFFFFFF

 

 

73 DFDF

* * * * *

 

 

img-511160422-0001

 

IL DAINO (cerb lopatar)
Specie allogena , il daino ha trovato nelle zone di collina e di pianura del sud e dell’ovest della România il suo habitat favorevole nel processo di naturalizzazione ambientale . Infatti oggi la popolazione dei daini registra un alto numero di presenze sane e vigorose .
Gli importanţi trofei di oltre 180 punti CIC , omologaţi negli ultimi decenni , confermano il successo della piena integrazione di questa specie nella fauna selvatica della România .
Si caccia soprattutto durante il periodo del bramito , alla posta e alla cerca .
Il record nazionale e` di 204,06 punti CIC .

74 GDFGDFG

* * * * *

 

img-511161406-0001

 

ILCAPRIOLO (căprior)
Innanzitutto il capriolo significa agilita`, grazia e eleganza ! Cacciato alla posta , alla cerca o col richiamo nella cornice luminosa dei boschi , dalle zone montane alle colline fino alla basse praterie del Danubio , amplifica i brividi e le emozioni della passione venatoria .

 

caprior

cerb FGFGF

 

II valore del trofeo , tradotto in punti rigorosi , non si riduce soltanto alla misura delle sue dimensioni intrinseche ma infonde un profondo turbamento estetico che trasmette passionalita` allo spettatore . Armonia , simmetria , riflessi perlacei e il contrasto cromatico tra l’ ebano e l’avorio , gli conferiscono la caratteristica di un vero oggetto d’arte , raro e prezioso . II record nazionale e` di 211,67 punti CIC .

75 FGFGFG

* * * * *

 

img-511161534-0001

 

IL CINGHIALE (mistreţ)
Dalle foreste di conifere resinose alle solitarie faggete montane , dai boschi imponenti di querce ai folti e impenetrabili canneti del Delta del Danubio e ovunque nei forteti , branchi numerosi di cinghiali offrono agli appassionati giornate di caccia piene di dinamismo e di tensione venatoria .

 

mistret 5

 

L’alta prolificita`, la gagliardia física , il numero ridotto dei nemici naturali , il vantaggio della gregarieta`, la facilita` di adattamento alla scarsita` di cibo in condizioni ambientali proibitive : gelo, ghiaccio e neve e in ultimo l’aggressivita` nei confronti dei cani e in condizioni particolari anche dell’uomo , spiegano la forte espansione di questo selvatico in tutta la regione .
Non e` raro il caso che sia i cacciatori che le mute dei segugi utilizzati nelle battute vengano messi in seria difficolta` da verri solitari che possono raggiungere il peso record di 300 chilogrammi .
I ‘pugnali’ lunghi e ricurvi delle zanne (difese) , simili ad acuminati e micidiali stiletti , degli esemplari piu` colossali si pesano come oro nelle competizioni ginegetiche internazionali !
II record nazionale e di 144,00 punti CIC .

 

porc

vinat

il risultato di una fruttosa battuta

La caccia al cinghiale in România e` aperta anche col terreno in tutto o in parte coperto di neve .

78 VVVV

* * * * *

 

 

img-511161725-0001

 

LA LINCE (ras)
II piu`grande felino carnivoro europeo per il quale , accanto all’orso e al lupo , l’arco delle montagne dei Carpazi rimane un habitat ideale e un rifugio sicuro, e` la lince .
In România questo agile mammifero e` rappresentato da una popolazione sana e vigorosa lontana dal rischio di estinzione , come e` awenuto in molte altre regioni d’Europa .
E un selvatico schivo e solitario , che ama le zone selvagge e di difficile acceso , le forre deserte e dirupate , lontano dai rumori dei villaggi delle comunita` montane e dalla presenza indiscreta dell’uomo .

 

lince 1

 

Caccia preferibilmente di notte appostandosi sui rami bassi degli alberi a uno , due metri di altezza da dove balza fulmineo sulla schiena della preda rompendogli le arterie della nuca . Sotto i suoi artigli cadono caprioli , cerbiatti , gatti selvatici ma anche cervi adulti .
Di giorno si puo` incontrare casualmente durante le battute all’orso o al cinghiale .
I trofei record nazionali rumeni della lince sono di rilievo , dominati da una pelliccia di 173,37 punti CIC e da un cranio di 28,05 punti CIC .
Si puo` cacciare secondo i piani di abbattimento stabiliti di volta in volta dal Ministero dell’Ambiente a seguito di gravi squilibri verificatisi in determinate zone tra predatori carnivori e grossi mammiferi erbivori .
Il numero della popolazione e` di circa 1200-1300 individui .

rasul

* * * * *

 

 

COCOS

 

IL GALLO CEDRONE (cocos de munte)
II gallo cedrone o urogallo e` un selvatico nobile che vive nelle sperdute solitudini delle foreste di conifere dei Carpazi . Simboleggia un trofeo ambito e desiderato dal cacciatore deciso ad affrontare a primavera gli ostacoli e le fatiche della montagna ancora innevata . L’avvicinamento silenzioso , a piccoli passi , del maschio assorto nel canto amoroso sui rami alti e secchi dell’abete , con la testa protesa e la caratteristica coda nera aperta a ventaglio , si fa secondo regole strette che rappresentano una vera arte venatoria .

 

cocos munte

 

II periodo migliore e` quello a cavallo del mese di aprile e di maggio .
Secondo le modifiche della legge nr. 407/2006 , dopo l’entrata della Romania nell’Unione Europea , la caccia primaverile al gallo cedrone e` vietata , salvo aggiornamenti dell’ ultimo momento .

 

21 FFFF

* * * * *

 

ZIMBRU

 

IL BISONTE EUROPEO  (cacce del futuro)
Scomparso dalla fauna selvatica della Romanía nell’anno 1790 , quando fu abbattuto l’ultimo esemplare , una coppia di questo mastodontico e leggendario ruminante e’ stata importata per la prima volta in territorio rumeno nel 1958 e successivamente altre coppie nel 1961 .
Riprodottosi molto bene in cattivita’ nelle riserve di Haţeg , Neamţ e Targoviste , attualmente (marzo 2008) si contano in tutta la regione, protetti in opportune aree recintate , 56 esemplari di bisonte (zimbru) .
II progetto di porre in liberta’ allo stato selvatico , sugli altipiani prativi delle montagne dei Carpazi , gruppi familiari di 4-6 individui monitorati , e` stato lanciato da Petre Gargarea , capo del Servizio Caccia della Romsilva dello Stato Rumeno e da Neculai Selaru , presidente dell’Associazione Nazionale dei cacciatori sportivi Rumeni .
Un esemplare tipico di ‘bison bonasus’ ha una lunghezza media di metri 2,90 , una altezza di metri 1,90 e un peso che puo` superare i 900 chilogrammi . La fronte e` larga , convessa e armata di piccole corna arcuate , il mento barbuto , il pelame di colore bruno nella parte anteriore del corpo forma un manto voluminoso .
II programma venatorio proposto dagli esperti riguarda l’abbattimento con caccia di selezione , in terreno libero , di soggetti anziani , atipici o in sovrannumero .
II costo per l’uccisione di un singolo esemplare ? Non meno di ventimila euro !
II magnate rumeno Ion Tiriac , titolare fra l’altro della famosa riserva di caccia Balc che attira ogni anno uomini di considerevole potenza economica , politica e finanziaria d’Europa per le sue grandiose battute al cinghiale , si e’ gia` messo in lista di attesa .

* * * * *

 

img-511161707-0001

lup de Carpati

il vecchio e il lupo

 

IL LUPO (lup)
II lupo ha polarizzato da lungo tempo e in modo diverso l’attenzione degli uomini essendo adulato e protetto da una parte e fortemente combattuto dall’ altra .
La specie e` stata distrutta insensatamente , soprattutto con l’uso di esche avvelenate , in molte zone d’Europa e la reintroduzione nel vecchio areale accanitamente contestata .
La popolazione di questi fieri selvatici in România e` bene rappresentata e stimata in circa 3000-3200 esemplari sparpagliati nelle foreste di montagna , di collina e in particolari situazioni , neve alta e soffice , di pianura . Una piccola comunita` si e` insediata da tempo nelle boscaglie impenetrabili del Delta del Danubio .
II lupo e` monogamo . Ha una vita media di 14-15 anni , nuota bene come il cane e puo` superare da adulto i 60 chilogrammi di peso . E` specie sedentaria , affezionata al territorio che difficilmente abbandona ma quando caccia alla ricerca di cibo percorre , senza problemi , anche 40-50 chilometri di distanza dalla tana . Puo` digiunare diversi giorni , anche una settimana , per poi rifarsi ingoiando voracemente , senza masticare , 10-15 chili di carne insieme . II suo cibo preferito sono pecore , capre , caprioli , maiali , cinghialetti , cani , volpi , puledri , asinelli ma anche topi, insetti , bacche e frutta . Teme l’uomo che considera il suo nemico numero uno e , salvo eccezioni , non lo attacca mai neppure se affamato .
Attualmente la caccia al lupo e` vietata e la specie protetta da Convenzioni Internazionali alle quali la România ha aderito ma il Ministero dell’Ambiente , in presenza di gravi squilibri createsi in determinate aree tra predatori carnivori e grossi mammiferi erbivori , puo’ rilasciare autorizzazioni nominali per l’abbattimento di un certo numero di esemplari . Il lupo puo’ essere cacciato in battuta , alla cerca , al richiamo e alla posta .

 

lupul.jpg
-la caccia in battuta si effettua d’inverno coi battitori che seguendo le orme lasciate sulla neve stringono in cerchio i lupi spingendoli verso le poste dei cacciatori ;
-la caccia alla cerca viene fatta da cacciatori locali molto pratici dei luoghi che avanzando silenziosamente e con circospezione cercano di sorprendere le fiere nei pressi della tana o nei posti piu` abitualmente frequentati ;
-la caccia al richiamo si svolge la mattina presto o la sera all’imbrunire con un urlatore che imita alla perfezione ogni 10-15 minuti il verso del lupo . E molto avvincente e emozionante !
-la caccia alla posta avviene con la carcassa di un animale morto (in genere un ovino) nelle notti gelide e innevate di luna piena , nascosti in piccoli rifugi o cabane appositamente attrezzate e munite di ogni comfort : stufe , fornelli da cucina , brande , tavoli , panche e finestrelle scorrevoli per sparare da fermo ;

 

lupul 1

 

-la caccia con le banderuole e` vietata .
I trofei di lupo conseguiti in România dominano la gerarchia cinegetica mondiale con il record assoluto di 186,17 punti CIC per la pelliccia e di 45,30 punti per quello del cranio , al terzo posto del mondo.

* * * * *

CONTATTI :

contatti: Romania 0040 .742549126   –  mail : marinellia.caccia@yahoo.com

Back To Top